"TAPPO E VETRO" ... segreti e perchè - Blog sito Parco Rio - PARCO RIO - SITO 2021

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

"TAPPO E VETRO" ... segreti e perchè

Pubblicato da Sbardella Enrico in Pesca alla trota · 23/1/2021 18:15:34

Cari associati in questo articolo andiamo a spiegare il funzionamento ed il perchè della lenza chiamata in gergo "TAPPO E VETRO".
Cominciamo nel dire che una buona canna per la pesca con il galleggiante deve avere un azione 8/12gr o 10/15gr, anche se i galleggianti che usate sono di grammatura inferiore, questo perchè la canna deve essere abbastanza nervosa sia in fare di lancio che di ferrata. Non potete lanciare bene un galleggiante anche se di soli 3gr con una canna azione 3/6gr. In fase di mangiata la canna non serve essere morbidissima perchè voi avete come riferimento il galleggiante e ferrate quando questo è partito, nella pesca a tremarella invece voi non avete segnalatori quindi la canna deve essere morbida e acconsentire la mangiata della trota che in caso di canna dura potrebbe risputare. QUINDI PER UNA PESCA CON 3GR A TREMARELLA LA CANNA VA BENE 3/6GR PER UNA PESCA CON 3GR DI GALLEGGIANTE OCCORE UN AZIONE COME SOPRA ANTICIPATO.
La lenza da fare è una lenza semplicissima, galleggiante, vetro, girella tripla a catenella, finale, amo. Fondale, misure amo e lunghezza finale vanno rapportate al posto dove pescate.
La domanda che molti di voi si faranno è questa: Perchè tarare un galleggiante con un vetro anzichè semplicemente con un piombo, una torpille o una spallinata? ... la risposta è una, la distanza raggiunta in fase di lancio.
Questa lenza non ha vantaggi se dovete pescare a corto raggio, se dovete lanciare 15/20 metri è più utile un galleggiante da 2gr/2,5gr e una spallinata corta o un piombo secco. La lenza TAPPO E VETRO ha un suo perchè se nel nostro lago dovete arrivare nella zona centrale e lanciare almeno 40mt.
Vi dico una cosa che molti di voi non sanno e che spiega tutto l'arcano sulle maggiori distanze, a parità di galleggiante, raggiunte con tappo e vetro rispetto a una spallinata o un piombo secco ...
IL VETRO IN ACQUA AFFONDA PER IL 50% DEL SUO PESO REALE!
Se, mettiamo caso, volete fare una lenza con un galleggiante da 4gr (che sia preciso) lo stesso galleggiante lo potete piombare con 3,5gr di piombo oppure con un VETRO DA 7GR. Capite da soli che la distanza raggiunta cambia di molto perchè la lenza tarata col vetro quando è lanciata fuori dall'acqua è lanciata per 7gr e la stessa lenza quando entra in acqua è tarata da 3,5gr ed ha la stessa sensibilità di quella che tarate con 3,5gr di piombo. NON CI CREDETE?? Prendete una bottiglia di plastica tagliatela in cima riempitela d'acqua e provate voi stessi dentro casa!!
Quando fate questo tipo di lenza è importante che galleggiante dica la verità della sua portata e il vetro dica la verità sul suo peso.
Vi dico anche che se dovete fare una lenza con un galleggiante e un vetro della stessa portata/peso lasciate perdere perchè, primo la cosa non serve a niente, secondo poi dovete mettere dei piombi per completare la zavorra perchè il galleggiante risulterebbe troppo "STAPPATO".
Vi riepilogo galleggianti e vetri da usare:
gall 2gr = vetro da 3gr
gall 3gr = vetro da 5gr
gall 4gr = vetro da 7gr
Ultima cosa anche questa IMPORTANTISSIMA, la lunghezza del terminale (amo/girella tripla) non deve mai superare la distanza tra vetro e galleggiante.
Il rapporto perfetto dovrebbe essere 1/3 finale 2/3 vetro/galleggiante. Questo vi eviterà garbugli in fase di lancio e soprattutto l'accavallamento dell'amo sopra il galleggiante.
Buon divertimento e un saluto a tutti
Enrico





Nessun commento

Torna ai contenuti | Torna al menu